Unità Formativa: I DATI INVALSI E AZIONE DIDATTICA: PROGETTARE IL MIGLIORAMENTO E PROMUOVERE LA CULTURA DELLA VALUTAZIONE

Unità Formativa: I DATI INVALSI E AZIONE DIDATTICA: PROGETTARE IL MIGLIORAMENTO E PROMUOVERE LA CULTURA DELLA VALUTAZIONE

Unità Formativa: I DATI INVALSI E AZIONE DIDATTICA: PROGETTARE IL MIGLIORAMENTO E PROMUOVERE LA CULTURA DELLA VALUTAZIONE

SCUOLA CAPOFILA
I.I.S. Alessandrini – Marino di Teramo


DESTINATARI

I destinatari del percorso di apprendimento saranno tutti i docenti degli Istituti di Istruzione Superiore appartenenti all’ambito scolastico territoriale n° 4 Teramo, referenti scolastici per la valutazione o docenti attivi sia nel biennio che nel triennio degli istituti di istruzione secondaria coinvolti nella rete.

PRIORITÀ FORMATIVA

Valutazione e Miglioramento.

UNITÀ FORMATIVA IN SINTESI

Formare docenti di riferimento in possesso delle necessarie competenze per leggere, interpretare e utilizzare i dati delle prove INVALSI, integrandoli nei processi di valutazione implementati nelle classi e nella scuola per la realizzazione di azioni di miglioramento del processo di valutazione stesso e degli esiti di apprendimento. Inoltre si intendono affrontare le novità introdotte per il Servizio Nazionale di Valutazione dal decreto legislativo n. 62 del 13 aprile 2017 che richiederanno, da parte dei docenti e dei lettori dei risultati in generale, una più articolata conoscenza del modo in cui sono costruite le prove, dei livelli di abilità che misurano e dei quadri concettuali che riguarderanno anche l’Inglese. Il D.lgs. 62/2017 insiste sull’ “importanza che le prove INVALSI hanno per l’autovalutazione,” e per il miglioramento dell’azione didattica, dando ancora più valore allo sforzo di INVALSI di facilitare l’interpretazione dei risultati delle prove attraverso una restituzione che possa essere utile “ai docenti per ripensare la propria didattica, per servirsi degli errori degli studenti e/o delle mancate risposte come indizi per riconoscere le difficoltà cognitive che incontrano, talvolta insospettate dagli stessi docenti e comprendere le ragioni di tali ostacoli”.

PROGRAMMA:

L’intervento formativo avrà una durata complessiva di 25 ore di cui:

  • formazione in presenza 12 ore (articolata in 4 incontri); marzo-giugno
  • lavoro per gruppi e laboratori in presenza 6 ore (2 incontri);
  • attività di studio, approfondimento on line 7 ore (da effettuare su piattaforma FAD Moodle).

I temi trattati saranno:

  1. Ricerca-Formazione-Azione
  2. I risultati delle prove standardizzate per passare da un’analisi quantitativa ad una qualitativa al fine di implementare tutti quei processi e progetti che hanno un impatto positivo sugli apprendimenti, e non solo, degli studenti.
  3. I dati INVALSI e le “buone pratiche” che portano la scuola verso il miglioramento.
  4. L’ “effetto scuola” : riflessioni sui dati restituiti dall’INVALSI sul valore aggiunto.
  5. Le prove in formato CBT:
  •  una nuova visione della struttura complessiva della prova;
  • una proposta diversificata di domande al computer ad ogni alunno;
  • una rinnovata attenzione verso il fenomeno del cheating;
  1. Il nuovo esame di stato 2018/2019: verso una valutazione uniformata a livello nazionale, abolizione terza prova e prova Invalsi.

Il progetto si presenta come percorso di pianificazione e sviluppo di azioni dinamiche di miglioramento che muovono dagli esiti dei processi di autovalutazione individuati soprattutto in seguito all’analisi dei risultati delle prove INVALSI e dalle priorità dei traguardi comuni.

La formazione rappresenta il cuore del progetto, in quanto appare improcrastinabile fornire agli attori principali del sistema strumenti adeguati per l’individuazione di percorsi di miglioramento in linea con le priorità e gli obiettivi identificati dalle scuole alla luce della specificità dei diversi contesti di appartenenza.

Il percorso formativo è rivolto ad un gruppo di docenti delle scuole secondarie di secondo grado rientranti nell’ambito territoriale n. 4 Teramo sul tema dell’utilizzo dei dati INVALSI ai fini della valutazione delle scelte didattiche e organizzative compiute. In particolare mira ad informare i docenti sull’utilità delle rilevazioni INVALSI e sulle novità introdotte per il Servizio Nazionale di Valutazione dal decreto legislativo n. 62 del 13 aprile 2017 che indica queste prove come “attività ordinarie d’istituto”.

L’obiettivo principale dell’Unità Formativa è quello di fornire le opportune chiavi di lettura dei risultati INVALSI per mettere i docenti in condizione di interpretarli in autonomia ed utilizzarli a fini autovalutativi, in chiave di miglioramento.

Nello specifico ci si propone di:

– formare i docenti sulle possibili modalità di utilizzo delle prove INVALSI come strumento per individuare criticità e migliorare la didattica nell’ottica delle competenze;

– attivare processi di insegnamento-apprendimento volti a preparare gli alunni ad affrontare le prove INVALSI, superando la dimensione “addestrativa” al test;

– far riflettere i docenti sui processi che sono sottesi agli item delle prove Invalsi di Italiano e Matematica;

– individuare le competenze richieste nelle prove;

– diffondere la cultura della valutazione e del controllo degli apprendimenti.

L’attività formativa prevede attività di sperimentazione attiva con i docenti ed esperienze da assegnare ai corsisti che verranno seguiti in modalità on line su piattaforma FAD Moodle.

Macro-obiettivi:

  • Sviluppare modelli e procedure uniformi per corrette e condivise pratiche docimologiche.
  • Promuovere la formazione sulla didattica innovativa.
  • Promuovere la cultura della valutazione intesa come processo virtuoso di valutazione formativa e di miglioramento.
  • Promuovere il monitoraggio e la valutazione delle azioni di miglioramento.
  • Promuovere la cultura dell’autovalutazione della didattica.

TEAM ANIMATORI:

La formazione sarà curata da docenti formatori esterni esperti nelle specifiche aree di progetto. In particolare, si farà riferimento ad esperti che abbiano partecipato a corsi organizzati da INVALSI, Università, USR o da UST per la lettura e l’interpretazione dei dati INVALSI.

CREDITI FORMATIVI:  1

SEDE DI SVOLGIMENTO:  I.I.S. “Alessandrini-Marino” -TERAMO

PERIODO DI SVOLGIMENTO:  Aprile 2018 – Giugno 2018

TOT. ORE FORMAZIONE DOCENTI: 25 ore.

AMMISSIONE MAX DOCENTI:  30

CALENDARIO: In fase di definizione

 

PRE-ISCRIVITI

(Scadenza 31.03.18)


Sei un corsista? ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

Info sull'autore

Amministratore Piattaforma administrator